VIVAELTANGO ANCONA > Chi siamo

 

3  SESSIONI (A-B-C-)

PER CONOSCERCI !!!!!

 

SESSIONE A 

Come nasce il Tango Argentino nelle Marche

(La Storia  dell’Associazione Vivaeltango- Ancona )

A cura di Giorgio 

Era il 1994 e Maurizio Fiorini del Poggio di  Ancona e proprietario dell’Hotel Emilia

- Portonovo Ancona ( di cui rimpiangiamo la scomparsa nel 2001 per un incidente stradale ),

di ritorno da un viaggio in Argentina , pensò che valeva proprio la pena far conoscere

il Tango Argentino  alla gente di queste parti  perché con  l’Argentina avevamo proprio

tanto da condividere.

Quale famiglia della zona non aveva un  parente in Argentina andato là  “ per far l’America” !

Al Bar del Poggio la gente giocava al “truco” tipico gioco di carte argentino, in realtà importato dagli

italiani emigrati in Argentina!

Aveva visto ballare il tango a Buenos Aires,  in quei locali tipici, un pò per turisti, ma gli era piaciuto

così tanto che se ne era innamorato…. !

Fu così che chiamò il Consolato Argentino a Roma e chiese: “ Mi potreste indicare due

maestri di tango da far venire ad Ancona ?

Eliana Montanari ed Ali Namanazi  a quel tempo erano proprio dei pionieri e forse nessuno

ci crederà , ma nel 1994 esisteva già una Milonga a Roma  in Via Macerata 9 ,

“Centro del Tango Argentino Astor  Piazzolla”, da loro fondata e forse l’unica milonga

in Italia a quel tempo!

Fu così che nel periodo di Pasqua del 1994 Maurizio ed alcuni suoi amici che mi piace nominare

anche se ormai hanno lasciato il tango da tanto tempo , cioè  Ribe , Roberta, Francesca , Alessio,

Martina,  Massimo , Susanna, Sabina .……. ( al massimo posso averne tralasciato uno o due

volenterosi  di cui non ricordo il nome! ) iniziarono i primi passi o meglio le prime “sequenze”

( questo era quello che principalmente i maestri insegnavano   a quel tempo) con Ali ed Eliana.

I maestri  che vivevano a Roma,  viaggiavano  all’Hotel Emilia di Portonovo  ogni 2 settimane e vi

rimanevano per un sabato e una domenica insegnando tango ma  anche gustando quel

magnifico e suggestivo luogo che e l’Hotel Emilia.

Nel luglio del 1994 lo sparuto gruppetto decise il grande passo, cioè di  iniziare a divulgare

“massivamente” il tango alla gente di Ancona e dintorni  e venne perciò proposto un corso

intensivo   di tango Argentino di una settimana ( volantini e passa parola!).

La risposta della popolazione fu così grande che  a quel gruppetto di ipotetici tangueri si aggiunsero

ben 4 altre persone , Giorgio, Patrizia, Massimo e Susanna giunti al tango non tanto per la musica

( che non conoscevano neppure) non tanto per  pensieri filosofici , ma solo per curiosità di

sperimentare un ballo nuovo.

Quell’incontro provocò degli effetti così positivi sui partecipanti che, anche se la  numerosità era

quella che era  ( forse eravamo in tutto 8- 10!) , si decise di continuare a vedersi  a provare  tango

tutti i venerdì in una sala dell’ hotel Emilia  messa a nostra  disposizione da Maurizio.

A parte, come è facile immaginare,  la goffaggine più meno di tutti ( il sottoscritto sicuramente

 più degli altri !), eravamo veramente “gasati” come accade a chi inizia e vuole apprendere tutto

subito e mostrare il proprio valore , la passione ecc. ecc .

In realtà il gruppo  “tanguero “ riusciva a produrre qualche cosa di positivo! La   curiosità degli

ospiti dell’Albergo che ci vedevano sgambettare più o meno goffamente in quasi completa

assenza dell’ascolto musicale, tanto eravamo impegnati a “fare tango” e sentirsi speciali!

Questo forse era  quello che si captava vedendoci dall’esterno, ma alcuni di  noi dentro

avevano anche  inglobato  quel “ seme tanguero” che prima o poi  avrebbe

dato i suoi frutti!........ Davvero? Non ci posso credere? Una festa di tango

in una chiesa sconsacrata a Venezia? ……

.. E ci sarà un gruppo che suona dal vivo.. e ci sarà una esibizione ….. Non posso perderla!!!!

cosi rispondeva Giorgio al telefono con  Patricio  Lolli di Bologna un italo – argentino  ,

ora maestro ben noto di tango argentino  ed allora già tanguero perso nella  passione 

per il tango avendolo dentro “la sangre” !    

Fu così che  Giorgio e Patrizia nel  febbraio o marzo del 1995 furono folgorati da quello che

videro in quella chiesa sconsacrata vicino alla stazione ferroviaria di Venezia.

Ci saranno stati  forse 100 - 150 tangueros provenienti da varie nazioni europee , principalmente

Germania Francia Spagna … ed un gruppetto di italiani  da Venezia Trieste , Torino , Bergamo ,

…...Ancona. La sala era meravigliosa, affrescata come d’altronde non poteva essere così, visto

che era una chiesa e ci trovavamo a Venezia e gremita di tangheri.  

Ambiente diciamo poco tanguero certamente non da Milonga di  Buenos Aires ( a quei tempi  non

sapevamo che  le Milonghe a Buenos Aires sono spesso  circoli rionali  popolari o Club Deportivos

e quindi certamente non molto eleganti!!!!) .

  A noi piacque la eleganza , la musica dal vivo , le esibizioni di due coppie di  ballerini  anche se non

argentini,   Tobias  ed Annalisa ( lui tedesco e lei Pugliese ) ed Ubaldo  Claudia ( entrambi triestini).

A noi  piacque vedere tutta quella gente  che per noi “ballava  cosi bene” anche se forse poi

immagino non era così! ( eravamo principianti e quindi tutto era per forza  speciale! ) .

Ricordo che alla fine della festa verso le 3 della mattina, all’uscita  alcuni si lamentavano perché,

malgrado la sala gremita  di gente  c’era chi faceva continuamente  “figure” , ganchos, boleos,

barridas….. Sicuramente noi eravamo alcuni di quelli di cui ci si lamentava! …… Troppo bello

dobbiamo fare qualche cosa….  Disse Giorgio ormai reclutato nel mondo dei “ fanatici del tango”……

Fondiamo una  Associazione, questo può essere lo strumento per aggregare gente e diffondere il

tango ad Ancona….. si questo è sicuro…. E si chiamerà Vivaeltango  ……. ricordandosi

di una scritta  vista su un muro in un documentario sul  tango argentino. ……

Speriamo che gli altri siano d’accordo ! E così fu che fu fondata "Viva el Tango". 

L’Associazione "Viva el Tango" viene fondata il 30 giugno 1995, con sede legale

presso l’Hotel Emilia (località Portonovo- Ancona).

Soci fondatori sono stati :  Giorgio Gaggiotti, Patrizia Calovini, Maurizio Fiorini, Francesca Bilò,

Roberta Bilò, Roberto Valente. Il Consiglio Direttivo per il periodo 1995-2000 era così composto:

Presidente : Giorgio Gaggiotti - Segretario : Maurizio Fiorini - Consiglieri : Roberto Valente, Francesca

Bilò, Roberta Bilò e Patrizia Calovini. Successivamente, per dimissioni di alcuni soci,

i  Consiglieri  sono stati : Paolo Baldini, Stefania  Andreani, Francesca Bilò

e Patrizia Calovini............

____________________________________________________________

SESSIONE B (CLICCA QUI' SOTTO)

I Maestri di Tango Argentino che hanno tenuto Stages presso l'

Associazione Viva el Tango di Ancona

 

 

 

SESSIONE C (CLICCA QUI' SOTTO)

" GOSSIP di una" Vita Da...Tango" (a cura di Giorgio Gaggiotti -

pubbblicato nel 1999)

 


 

 

Galleria di Foto

Seguici su Facebook

Contatti

Per contattare l'Associazione Vivaeltango Ancona utilizzare questi recapiti:


E-mail: vivaeltango.ancona@gmail.com